I GRANDI ALBERI DI SICILIA

INDICE

<PAGINA PRECEDENTE

PAGINA SUCCESSIVA>


GLI ALBERI MONUMENTALI NEL CONTESTO DEL PAESAGGIO VEGETALE SICILIANO
 

IL PAESAGGIO DELLE COLTURE ARBOREE TRADIZIONALI


Il paesaggio del tasso

Il tasso (Taxus baccata) è una specie legnosa di origine terziaria, longeva ed a lento accrescimento, conosciuta da tempo immemorabile come pianta velenosa e, per questo, nota anche con il nome di "albero della morte". Il principio tossico, la tassina, è contenuto in tutte le sue parti ad eccezione dell'arillo - la parte carnosa di colore rossastro che circonda parzialmente il suo unico seme - che è dolce ed edule e viene consumato dagli animali i quali, in tal modo, ne favoriscono la disseminazione (Ph 22). Il nome della specie deriva dal greco "taxis", che significa fila, con riferimento alla
particolare disposizione delle foglie su due file. Quest'ultime, di forma lineare, sono verde-scuro nella pagina superiore, più chiare in quella inferiore e persistono sui rami per alcuni anni. Il legno
è compatto, elastico, resistente e di colore brunorossastro; in passato era impiegato nella fabbricazione di ingranaggi, assi di carri, mobili e, per la sua inalterabilità, anche nella costruzione dei sarcofaghi da parte degli antichi egizi.Rametto di Taxus baccata: in evidenza l'arillo che riveste il seme
Il tronco è corto, tozzo e ricoperto da una corteccia bruno-rossastra, screpolata e suddivisa in sottili linguette arrotolate su se stesse nelle piante vecchie. Da esso si dipartono fin dalla base numerosi rami contorti e irregolari.
I Greci consideravano il tasso sacro alle Furie, forse perché dai suoi rami si ricavavano gli archi per scagliare le frecce.
Lareale del tasso comprende tutta l'Europa, l'Africa del Nord ed il Caucaso. In Italia si riscontra in quasi tutte le regioni, anche se ovunque è molto raro. Attualmente in Sicilia si conserva solo sui monti Nebrodi che custodiscono le uniche stazioni della specie nell'area fitoclimatica di pertinenza del cerro e del faggio.
In passato il tasso era presente anche sulle Madonie, come hanno confermato i dati di apposite ricerche palinologiche, e sull'Etna in base alle segnalazioni di Scuderi e Beccarini risalenti rispettivamente al 1825 e al 1901.
Tasso monumentale all'ingresso del bosco Tassita di Caronia (Messina)Aspetti peculiari di questa vegetazione relitta, e del paesaggio che determina, si rinvengono specialmente sui freschi ed ombrosi versanti settentrionali, interessati per quasi tutto l'anno da correnti umide provenienti dal Mar Tirreno, come in contrada Bosco Tassita, nel territorio di Caronia dove è localizzato il nucleo più consistente, esteso circa 30 ettari. In questa località, grandi esemplari di vetusti tassi, dai tozzi e ramosi tronchi rossastri, vivono in consorzio col faggio, giganteschi aceri
montani, rari esemplari di olmo montano, individui di frassino maggiore (Fraxínus excelsíor) ed arbusti come l'agrifoglio, il pungitopo, l'edera e il falso pepe montano (Ph 23). La formazione che ne scaturisce è molto fitta, per cui all'interno penetra pochissima luce. La presenza di numerosi massi ricoperti da colonie di muschi e licheni contribuisce a rendere questo bosco più selvaggio e misterioso.
Nel territorio del Parco dei Nebrodi la presenza di altre stazioni di tasso, sparse discontinuamente tra 1.100 e 1.450 m s.l.m., testimonia la notevole frammentazione e polverizzazione cui è andata incontro in passato l'originaria vegetazione per via dell'intenso disturbo antropico, ravvisabile principalmente nell'utilizzazione del legno per le recinzioni, nell'eliminazione della specie in quanto velenosa e nell'irrazionale esercizio del pascolo. Alcuni nuclei significativi persistono alle falde di Monte Soro, in prossimità del Lago Biviere, dove si riscontra uno degli individui monumentali censiti,
di circa 4 m di circonferenza.
 

 

DIPARTIMENTO
AZIENDA REGIONALE FORESTE DEMANIALI

Palermo - Via Libertà, 97 tel. 091 7906811
UFFICI PROVINCIALI AZIENDA
Agrigento
tel. 0922 595911
Palermo
tel. 091 7041711
Caltanissetta
tel. 0934 532911
Ragusa
tel. 0932 257865
Catania
tel. 095 72822111
Siracusa
tel. 0931 67450
Enna
tel. 0935 565401
Trapani
tel. 0923 27474
Messina
tel. 090 2985011
Direz. Riserva Zingaro
tel. 0924 35108

le Aree Attrezzate

Le piante forestali di Sicilia

Oasi e aree protette

Curarsi con le erbe

Copyright © www.regione.sicilia.it/agricolturaeforeste/azforeste/
Per gentile concessione Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione anche parziale, con qualsiasi mezzo di acquisizione dei dati anche ad uso personale e didattico

HOMEPAGE



© 2002/2013 I Sapori di Sicilia