GLI ALBERI MONUMENTALI DELLA PROVINCIA DI AGRIGENTO

OLIVASTRO DI INVEGES

IDENTIFICAZIONE
Nome scientifico: Olea europaea L. var. sylvestris Brot.
Famiglia: 0leaceae
Nome volgare: Ogliastro, Olivastro, Oleastro
Nome locale: Agghiastru

LOCALIZZAZIONE
Comune: Sciacca (AG)
Località: Scunchipani
Cartografia: I.G.M. Foglio N. 628 - Sciacca. C.T.R. Sezione N. 628010 - C.da S. Bartolo
Coordinate: 37°33'35,8" N - 13°03'29,7" E (4158760 N - 2348494 E)
Proprietà: privata
Accesso: dalla SS115, da Sciacca in direzione Trapani, si imbocca la strada interpoderale Piana Scunchipani-Bruca. Seguire la segnaletica

PARAMETRI STAZIONALI
Altitudine (m s.l.m.): 174
Esposizione: est
Giacitura: pianeggiante
Substrato: argilloso-limoso
Contesto vegetazionale: seminativo - oliveto
Protezione: nessuna

PRINCIPALI CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE

Struttura e portamento: trattasi di un ragguardevole esemplare dal tronco robusto, inclinato verso Ovest, dalla cui base slargata hanno origine diversi polloni. II fusto, a circa 3 m dal suolo, si divide in tre grosse branche primarie che, a loro volta, si biforcano ulteriormente dando luogo a numerose ramificazioni assurgenti che costituiscono una chioma tendenzialmente ombrelliforme. Molto caratteristico è lo spesso ritidoma grigiastro, fessurato in placche irregolari, che riveste il fusto ed i rami più grossi
Altezza (m): 12
Circonferenza massima dei tronco (m): 5,20
Circonferenza del tronco a 1,30 m dal suolo (m): 4,60
Ampiezza della chioma (m): 18 x 15,50
Età stimata (anni): 700-800
CONDIZIONI DELL'ESEMPLARE
Stato vegetativo e sanitario: la chioma presenta diversi rami secchi; una grossa branca è quasi del tutto staccata ed un'altra è disseccata a causa di un incendio che nel 1996 ha interessato l'area circostante alla pianta. Nel complesso lo stato vegetativo e le condizioni fitosanitarie sono discrete
Minacce: incendi
Interventi proposti: asportazione dei rami secchi, dei polloni basali e degli arbusti invadenti; lavorazione meccanica del terreno circostante all'individuo monumentale per ridurre i pericoli di incendio

Note e curiosità: secondo un'antica leggenda, all'interno di questa pianta dimorano le fate. Nessuno può toccare, senza danno, i suoi rami né tantomeno tagliarli o raccoglierne i frutti. Le piccole drupe (olive), che possono essere raccolte dopo essere cadute spontaneamente a terra, erano utilizzate in passato per fare il cosiddetto "olio santo". L'ogliastro di Inveges è stato inserito dal Comune di Sciacca fra i beni monumentali
 

 le Aree Attrezzate

Le piante forestali di Sicilia

Oasi e aree protette

Curarsi con le erbe

Copyright © www.regione.sicilia.it/agricolturaeforeste/azforeste/
Per gentile concessione Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione anche parziale, con qualsiasi mezzo di acquisizione dei dati anche ad uso personale e didattico

HOMEPAGE



© 2002/2013 I Sapori di Sicilia