Ragusa

 

 

                                          

                                           

  inviateci una immagine del vostro comune: sarà pubblicata con il vostro nome

Profilo del Comune

CAP

97100

Territorio (ha)

69389

Abitanti 

68346

Altitudine (mt)

502

Previsioni

Meteo

 

Sito ufficiale del Comune 

E-mail

TELEFONO

tel. 0932 676 111

LINK UTILI

 

 
 

Il nome della Città deriva dall'antica Hybla Heraia, centro siculo, ellenizzato nel VI sec. a. C., identificato con l'odierna Hybla, Ragusa Inferiore, il nucleo più antico, che con l'altro, Ragusa Superiore, diviso dalle cave, forma la città di oggi. Da Heraia, venne il nome: Hereum, Heresium, Reusa, Raccusa o Ragus, e finalmente Ragusa. Le varie necropoli nei dintorni documentano che il luogo fu abitato sin dal terzo millennio a. C., e più intensamente (le tombe a forno nelle cave) dal IX al VIII sec. a. C. L'arrivo dei Greci apporto' uno sviluppo, accresciuto nel VI sec. a. C., dal vicino porto di Camarina. La città fu poi occupata dai Cartaginesi e quindi, senza lotta, dai Romani che, in cambio, la dichiararono decumana. Dal IV sec. d. C., per cinque secoli, fu dominata dai Bizantini. Nell'868, dopo varie incursioni, venne conquistata definitivamente dai Musulmani, e quando passo' ai Normanni, venne assegnata, nel 1091, dal conte Ruggero al figlio Goffredo che la popolò di Calabresi di Cosenza (con ciò si vede da quante parti, vicine e lontane, siano venuti questi odierni Siciliani). Con i Chiaromonte nel XIV secolo, e sino al XVI, la Città fu riordinata urbanisticamente, anche qui come altrove, con il concorso degli edifici degli ordini religiosi. Con gli Svevi, gli Angioini, gli Aragonesi (che la elessero a contea e la affidarono a Giovanni Prefolio, capo qui della rivolta antifrancese del Vespro), e più ancora con i Cabrera e la concessione delle terre in enfiteusi, nel 1452, la Città acquisto' uno sviluppo ed un benessere che furono sempre maggiori. Il terremoto del 1693 colpi' anche Ragusa, e spinse la nuova casta agricola a costruire subito una nuova città, oltre la cava, sull'altra collina, detta Patro. Soltanto nel 1730, la vecchia nobiltà feudale avvio' la ricostruzione della distrutta Hibla, che però aveva conservato la potestà amministrativa. Nel 1838, arrivo' la scoperta dei giacimenti di asfalto, attivi ancora oggi. Nel 1865 i due nuclei urbani divennero Comuni autonomi, ma furono riuniti nel 1926, e l'insieme venne eletto a Capoluogo di provincia nel 1927.

Distanza dalle città Capoluoghi (in Km)

Agrigento

136

Enna

145

Ragusa 

-

Caltanissetta

141

Messina

200

Siracusa

81

Catania

104

Palermo

283

Trapani

309

 

Censimento 2001 della popolazione

(Dati Istat)

Kmq. 442,46 
Abitanti 68.346 
Famiglie 25.679 
Immigrati 1.475 
Densità 154 

Azienda Autonoma Provinciale per l'Incremento Turistico (A.A.P.I.T.)
Via Cap. Boccheri, 33 (Palazzo La Rocca)
www.ragusaturismo.com  info@ragusaturismo.com
 

Ufficio Informazioni:
Tel. 0932 621421 - 622288 - 654823 Fax 0932 623476

 

 

 

Siti personali di

interesse collettivo

I siti web personali di interesse collettivo sono inseriti gratuitamente.

L'inserimento del banner è gratuito ma vincolante all'inserimento del nostro banner in una pagina del  vostro sito 

Clicca per inserimento sito

RAGUSA ON LINE

Azienda Autonoma Provinciale per l'Incremento Turistico

Paesi Iblei
 
 
 
 
 

 
 

Sagre

Feste

Eventi

Manifestazioni

Martirio di S. Giorgio maggio
San Giorgio 28 maggio
San Giovanni Battista 24 giugno
San Giovanni Battista 29 agosto
Santa Rosalia

1°dom settembre

   
Mercati settimanali
   
   
   
   
Mercatini vari
   
   
   

 

GLI ALBERI MONUMENTALI NEL CONTESTO DEL PAESAGGIO VEGETALE SICILIANO

RAGUSA
84 I lentischi della Foce del Fiume Irminio Ragusa
 

 

Siti Aziendali

Per essere inseriti fra i siti aziendali è necessario essere affiliati alla guida internet I Sapori di Sicilia
Le aziende affiliate alla guida sono inserite gratuitamente nel comune di residenza
Clicca per richiesta
affiliazione

 

 

 

 

 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

MUSEI

Castello di Donnafugata
Ragusa 

fraz. DonnafugataTel. 0932 622 150

Museo Archeologico Ibleo
Ragusa

Palazzo Mediterraneo, via Natalelli, 11 Tel. 0932 622 963

Museo Regionale di Camarina
Ragusa

contrada Cammarana, strada prov. Santa Croce Scoglitti

Tel. 0932 826 004

   
   
   
   
   
   
   
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

indice comuni

  


© 2002/2013 I Sapori di Sicilia