le Aree Attrezzate

Gli alberi Monumentali di Sicilia

Le piante forestali di Sicilia

Piccolo vocabolario botanico

Oasi e aree protette Piante Officinali in Sicilia

Curarsi con le erbe

Indice Demani

Prefazione
Generalitą
Il  Demanio
Monte Lauro: storia e mito
Flora e Fauna: generalitą
- La Flora
- La Fauna
- 1 I Mammiferi

- 2 Gli Uccelli
- 3 I Rettili
- 4 Anfibi
- 5 Gasteropodi
- 6 Insetti
- 7 Altre Specie
Buccheri e Monte Lauro
-I Boschi
-"I Marcati e la vicenda   
  demaniale

Schede piante
- il Colchico
- Il Centinodia
- Il Favagello
- Il Geranio selvatico
Scheda botanica
- Le zone fitoclimatiche
Schede Fauna
- La Martora
- Il Gatto selvatico
- Il Riccio europeo
- Il Toporagno comune 
- L'Upupa
- Il Torcicollo
- Il Colombaccio
- Il Rigogolo
LA REDAZIONE
 

Tratto dal volume
Il Demanio Forestale
Monte Lauro
Azienda Regionale Foreste demaniali

  

SCHEDA PIANTE

FAVAGELLO -
Ficaria verna W. Hudss. Ranunculus ficaria L. Fam. - Ranunculaceae

 

Pianta erbacea duratura col rizoma
corto e le radici con piccoli tuberi a forma di clava. Le foglie della base hanno un lungo picciolo e una larga guaina; il lembo č carnoso, a forma di cuore rovesciato o reniforme. Le foglie dello stelo sono brevemente picciolate, quasi ravvicinate, e di forma simile a quelle della base. Lo stelo č diritto, talvolta radicante. I fiori sono bisessuati, a simmetria radiale e col perianzio eteroclamide. Il perianzio circonda degli organi riproduttori a elica su un ricettacolo convesso. Il calice ha tre sepali
ovali e verdastri; la corolla ha da otto a dodici petali giallo oro, di aspetto brillante, circa due volte pił lunghi del calice, unguicolati e provvisti di una depressione nettarifera protetta da una squama allungata. Gli stami gialli e gli ovari sono numerosi. Il ricettacolo č speloso. Il pistillo č formato da carpelli sferici. La pianta si riproduce in modo soprattutto vegetativo, attraverso dei germogli polposi posti all'ascella del picciolo. Fiorisce da marzo a giugno.

E una specie molto variabile. Cresce in abbondanza e spesso in folte comunitą nei cespugli umidi e ombreggiati, nei boschetti, nei prati, sui terreni erbosi e sulle rive dei corsi d'acqua, nei parchi e nei giardini, in pianura e in collina.
Il favagello č diffuso nelle zone temperate e in quelle fredde dell'Europa e dell'Asia occidentale; al di lą del Caucaso giunge fino in Oriente.
E' una pianta velenosa. L'avvelenamento č dovuto alla protoanemonina (ranunculolo), il cui effetto č il medesimo di quello prodotto dalle altre numerose ranunculacee. L'avvelenamento si combatte ingerendo carbonchio, sostanze mucillaginose e con mezzi che aumentino l'attivitą dei centri nervosi, che regolino quella del cuore e dei vasi sanguigni, oltre che la respirazione.

 

 

 

 
 
 

Copyright © www.regione.sicilia.it/agricolturaeforeste/azforeste/
per gentile concessione Tutti i diritti riservati

HOMEPAGE


© 2002/2013 I Sapori di Sicilia