INDICE
Presentazione

Prefazione
Introduzione
Un pò di notizie
Accorgimenti conservativi
Chiave dicotomica
Schede Orchidee
Glossario
Bibliografia
Indice dei nomi


Ringraziamenti


Carmelo Federico

 
 
 


Introduzione

Nel panorama floristico siciliano, le Orchidee meritano un `capitolo a parte', il lavoro sulle `Specie spontanee della Sicilia' vuole essere un piccolo contributo alle conoscenze botaniche della nostra Regione, per fare comprendere più da vicino questi vegetali.
Vogliamo indirizzare la nostra fatica a tutti coloro che a vario titolo affrontano lo studio di questi meravigliosi fiori. Essa nasce dopo alcuni anni di ricerca sul campo, infatti abbiamo esplorato in lungo ed in largo quasi tutti gli ambienti naturali di questa nostra isola ed abbiamo potuto constatare che spesso le nostre Orchidee, si trovano a vegetare bene e crescono abbastanza vigorose in tutte quelle zone incolte e non disturbate dove diminuisce la pressione antropica.
Lo studio delle orchidee, ha interessato da sempre i botanici e nel passato tantissimi autori, anche rinomati, si sono dedicati alla conoscenza di queste piante, tra questi ricordiamo: Francesco Cupani (Mirto - ME 1657-Palermo 1710) autore del 'Panphyton Siculum', fondatore e direttore del "Hortus Catholicus" un giardino botanico in Misilmeri (PA); l'avellinese Giovanni Gussone (1787-1866); il barone Antonino Bivona Bernardi (1778-1837); Michele Tenore (1780-1861) di Napoli; Giuseppe Bianca (1801-1883); Francesco Minà-Palumbo (18141899), medico e naturalista madonita di Castelbuono; l'americano C. S. Rafinesque Schmaltz (1783-1840), esuberante figura di naturalista; Filippo Parlatore (1816-1887), palermitano, medico e valente botanico che fu allievo del Bivona-Bernardi e che in seguito si distinguerà in campo nazionale per avere fondato in Firenze, sotto gli auspici del lungimirante Granduca di Toscana Leopoldo Il, la Società Botanica Italiana e l'Erbario Centrale Italiano; Agostino Todaro (1818-1892) con la sua opera sulle `Orchidee siciliane'; Matteo Lojacono-Pojero (1853-1919), autore di una `Flora sicula' (1888-1908), una completa e moderna opera che riguarda la flora regionale; I Tineo, padre e figlio: Giuseppe (1757-1812) e il figlio Vincenzo (1791-1856); e tanti altri studiosi anche stranieri. Ma lo studio delle Orchidee è in continua evoluzione e siamo convinti che i recenti studi condotti con tecniche molto moderne come i "marcatori molecolari", ben presto porteranno delle grosse novità sia a livello tassonomico, sia a livello filogenetico. Forse bisognava aspettare la conclusione di questi studi per avventurarsi in una pubblicazione monografica, anche se di una zona geografica ristretta come può essere la Sicilia.
 

L'Autore
 

 
 

Copyright © Azienda Regionale Foreste Demaniali & Carmelo Federico
Autorizzazione concessa a I Sapori di Sicilia per diffusione internet .Tutti i diritti riservati
Vietata la riproduzione di foto, testi, disegni, anche parziale senza specifica autorizzazione dell'Azienda Regionale Foreste Demaniali o dell'autore dei testi

HOMEPAGE
 

© I Sapori di Sicilia  2009 La flora siciliana   -Orchidee Gioielli dei prati guida alle specie spontanee in  Sicilia