indice oasi

indice oasi wwf

homepage

Itinerari turistici artistici e culturali

Le riserve naturali gestite dal WWF

E

Lago di Piana degli Albanesi   
Dov'e', come raggiungerla
Si trova a circa 20 chilometri da Palermo. L’oasi è facilmente raggiungibile in poco più di mezz’ora percorrendo la strada a scorrimento veloce Palermo – Sciacca, uscita Altofonte e seguendo le indicazioni per Piana degli Albanesi.
 
Estensione
26 ettari
Gestione
A cura del WWF – Italia in seguito ad una concessione in comodato d’uso da parte dell’Enel proprietaria dell’area.
La Cooperativa Palma Nana gestisce i servizi.
Ambiente
Ambiente lacustre artificiale in cui, nonostante secolari interventi dell’uomo, si conserva la vegetazione di palude e degli stagni di acqua dolce. In prossimità dei numerosi ruscelli che si riversano nel lago, sono presenti veri e propri boschetti ricchi di pioppi secolari e spettacolari salici che lasciano subito il posto a vecchi impianti forestali con le tipiche conifere mediterranee.
Flora e fauna
La vegetazione tipica del lago è stata negli anni abbondantemente sconvolta da una gestione forestale che prediligeva l’impianto di conifere e di eucalipti. Nonostante ciò sono rinvenibili la vegetazione di palude e di stagno con la tifa latifolia e lo scirpeto lacustre, i prati tipici mediterranei, i pascoli ricchi di graminacee perenni e rari ma molto rigogliosi boschi a pioppo bianco e nero, nonché salici rossi e bianchi. Molto ricca è la fauna: il clima mite consente la presenza di folaghe, cormorani, moriglioni, mestoloni, fischioni, germani reali, e durante la migrazione primaverile codoni, marzaiole, alzavole. Sono presenti tutto l’anno gli svassi e gli aironi cenerini. Numerosi sono i passeriformi e non è raro osservare il gheppio, e la poiana. Infine la testuggine palustre depone le uova nelle sponde più sabbiose del lago.
 
Strutture
Un Sentiero Natura con capanni di osservazione. È in progetto la realizzazione di un Centro Visite 
 
Visite
Aperta tutto l’anno. Gruppi e scolaresche tutti i giorni, su prenotazione.
Le guardie dell'oasi
Ninni Conti
Come si svolge la visita
Dura circa un’ora, è interamente in piano. Attraversiamo prima il boschetto a conifere ed eucalipti. Raggiungiamo i capanni di osservazione per cercare di riconoscere gli uccelli presenti grazie ai pannelli didattici
 
Telefono
tel 091/7434726 fax 091/ 3809836 cell Ninni Conti 335-8439580
E-mail
[email protected]
Attivita'
Visite guidate tematiche e didattiche, ricerca scientifica.
Nei dintorni
la Riserva Naturale Orientata della “Pizzuta” gestita dall’Azienda Foreste Demaniale della Sicilia, se desiderate anche a cavallo rivolgendosi al CERS del Sig. Bovì;
Piana degli Albanesi il Museo Etno Antropologico e la collezione botanica
La Riserva naturale di Ficuzza e il centro recupero animali selvatici della LIPU;
Portella della Ginestra, nella valle dello Jato.
Mangiare e dormire
A ridosso della riserva della “Pizzuta” è presente l’azienda agrituristica “Argomesi” dove è possibile mangiare prodotti biologici realizzati con tradizionali tecniche locali.
In contrada Ginestra, Agriturismo Portella della Ginestra della Cooperativa Placido Rizzotto Libera Terra (340/3898647)
Antica Stazione di Ficuzza, fattoria del Panda (091/8460000)
 
Per le scuole
L’oasi si presta allo studio dell’ecosistema lacustre, e dello studio degli effetti delle modificazioni degli ambienti naturali da parte dell’uomo.
Osservazione dell'avifauna. Mini stages residenziali di tre giorni. Pernottamente presso l'antica Stazione di Ficuzza (Fattoria del Panda) o l'Azienda Agrituristica Argomesi.
 
Per gli studiosi
 
Per saperne di piu': link
www.educazioneambientale.com
Libro d'oro
Hanno contribuito alla nasciata e alla crescita dell'Oasi di Piana:Andrea Longo: segretario regionale WWF Sicilia; Giovani Spatola e Giusi Conoscenti, volontari e attivisti del WWF Sezione di Palermo; Giovanni Landini dell'Azianda Forestale e mario Bovì del CERS.
 


© da www.wwf.it - Per gentile concessione - Tutti i diritti riservati

© 2002/2006  Art Advertising