ARAGOSTA

Famiglia: PALINURIDI.CROSTACEI DECAPODI

NOME SCIENTIFICO:
CODICE FAO:
NOMI DIALETTALI:

 

 

Palinurus elephas
SLO

 

NOME INGLESE:
NOME FRANCESE:
NOME SPAGNOLO:
COMMON SPINY LOBSTER
LANGOUSTE ROUGE
LANGOSTA COMUN


DESCRIZIONE:

Crostaceo decapode macruro, taglia medio-grande, corpo a forma tubolare, presenza di due antenne più lunghe del corpo, occhi peduncolati mobili, tredici paia di appendici legate al cefalotorace, di cui cinque per camminare, priva di chele. Colore bruno rossastro o violaceo con macchie chiare sul corpo. Dimensione comune dai 20 ai 40 cm, max 50 cm.
Riproduzione:
Specie a sessi separati. Femmine ovigere da agosto a marzo, con notevole variabilità dei periodi a seconda dei mari.
Area di pesca:
Mediterraneo. Predilige fondali rocciosi con caverne ed anfratti. Viene pescato dai 20 ai 70 metri di profondità. La specie Palinurus mauritanicus(aragosta bianca) è diffusa in Atlantico, isole britanniche, mediterraneo e viene pescata dai 200 fino ai 500 metri di profondità. Nell’area occidentale africana è diffusa la specie Palinurus regius (aragosta verde) che viene pescata ad una profondità che va dai 20 ai 40 metri. Altre specie affini di aragosta presenti nel resto del mondo sono indicate generalmente con il nome di “panuliri”.
Sistemi di pesca:
Attrezzi da posta e reti a strascico di profondità.
Leggi:
Reg. CEE n. 1626 del 27/6/1994: all’allegato IV prevede la taglia minima della specie in 70 mm per il cefalotorace o 240 mm di lunghezza totale.
 

  fonte : Ismea  

INDIETRO

INDICE CATEGORIA HOMEPAGE 

©  2002 I Sapori di Sicilia  Tutte le immagini del sito sono di Photodigitalart  -  Realizzazione InFormatica  &  Art