CALAMARO

Famiglia: LOLIGINIDI

NOME SCIENTIFICO:
CODICE FAO:
NOMI DIALETTALI:

 

 

 

Loligo vulgaris
SQC
CALAMAIO (Sicilia)
CALAMAIO (Campania)
TOTANO GENTILE (Liguria)
CALAMARE (Puglia)
TRUFELLO (Marche )

 

NOME INGLESE:

NOME FRANCESE:
NOME SPAGNOLO:

EUROPEAN SQUID COMMON SQUID
ENCORNET
CALAMAR


DESCRIZIONE:

Corpo fusiforme e allungato, con due pinne triangolari inserite su oltre la meta’ del corpo, occhi ricoperti da membrana cornea, dieci tentacoli di cui due lunghi tentacoli retrattili con quattro file di ventose e otto tentacoli più corti, non retrattili e con due file di ventose. colore lattiginoso con sfumature dal rossiccio-rosato al bruno. Dimensione media dai 15 ai 25 cm, max 40 cm.
Riproduzione:
Specie ovipara, la deposizione ha luogo quasi tutto l’anno, in particolare all’inizio della primavera e dell’autunno.
Area di pesca:
Tutto l’atlantico e il Mediterraneo. Specie pelagica presente normalmente tra i 20 e i 300 metri di profondita’. Lungo le coste atlantiche del centro e nord America è diffusa la specie Loligo pealei, nei mari asiatici è presente la specie Loligo japonicus. Da annoverare infine la specie Loligo forbesi presente anch’essa nel Mediterraneo. Si conoscono oltre 20 specie appartenenti alla famiglia dei Loligo. La zona di maggior produzione di calamari si trova nell’atlantico all’altezza della Patagonia.
Sistemi di pesca:
Reti a strascico e reti a circuizione.
Leggi:
I parametri di freschezza della specie sono riportati nel reg. CEE 2406/96 del 26.11.96 alla tabella 9.1d.

 fonte : Ismea 

INDIETRO

INDICE CATEGORIA HOMEPAGE 

©  2002 I Sapori di Sicilia  Tutte le immagini del sito sono di Photodigitalart  -  Realizzazione InFormatica  &  Art