SPINAROLO

Famiglia: SQUALOIDI

(PESCI CARTILAGINEI)

NOME SCIENTIFICO:
CODICE FAO:
NOMI DIALETTALI:

 

 

 

 

Squalus acanthias
DGS
UIATU (SICILIA)
CENTRONE (PUGLIA)
AGUGLIAT (LIGURIA)
ASIA’ (VENETO)
PESCE FERRARO

(CAMPANIA)

 

NOME INGLESE:
NOME FRANCESE:
NOME SPAGNOLO:
PICKED DOGFISH
AIGUILLAT COMMUN
MIELGA


DESCRIZIONE:

Lo spinarolo è uno squaloide di medie dimensioni, fino ad 1 metro di lunghezza e circa 12 kg di peso, ha il corpo allungato, gli occhi sono ellittici, le fessure branchiali laterali sono 5. E’ dotato di due pinne dorsali di forma triangolare, davanti alle quali è posto un aculeo liscio, possiede pinne pettorali e ventrali ma è privo di pinna anale, la pinna caudale ha il lobo superiore arrotondato. Colorazione grigio scura con riflessi violacei e macchie circolari bianche, il ventre è biancastro.
Riproduzione:
Specie ovovivipara. La nascita dei piccoli avviene durante i mesi freddi con alcuni casi anche nei mesi primaverili ed estivi. La fuoriuscita dei piccoli è prodotta da una serie di spinte/ contrazioni da parte della madre, simile a quanto avviene nei mammiferi
Area di pesca:
Mediterraneo, in tutti i mari italiani, fino a 800 metri di profondità, in fondali arenosi e rocciosi.
Stagionalita’ di Pesca:
Si pesca tutto l’anno.
Sistemi di pesca:
Reti a strascico e volante, e palangari da fondo
Leggi:
Reg. CEE 2406/96 del 26/11/1996 parametri di freschezza alla tabella 9.1c, e calibrazione commerciale all’allegato II medesimo regolamento.
 

 fonte : Ismea 

INDIETRO

INDICE CATEGORIA HOMEPAGE 

©  2002 I Sapori di Sicilia  Tutte le immagini del sito sono di Photodigitalart  -  Realizzazione InFormatica  &  Art